AlmaCanta nasce dall’incontro tra Zaira Zingone, cantante e autrice di testi, e Graziano Solinas, compositore, arrangiatore e musicista (pianoforte e fisarmonica) nel Giugno del 2010.
I due artisti si incontrano per la registrazione di un demo, ma la loro collaborazione andrà oltre, inaspettatamente.
Il genere che fa da sfondo al loro incontro è il jazz (entrambi hanno iniziato e approfondito ai Seminari Internazionali di Paolo Fresu a Nuoro, vincendo anche la borsa di studio), ma presto scoprono di avere facilità a comporre brani originali che si muovono tre diversi stili e colori, dal tango, al blues, alla ballata americana, alla bossa, al cartoon, tutti legati dal filo rosso del jazz.
Le doti di Graziano Solinas,” pianista, fisarmonicista e tastierista dalla tecnica adamantina e dall’incontenibile fantasia”, incontrano la voce di Zaira Zingone, “interprete raffinata (…) ha sviluppato un linguaggio del tutto originale che si fonda sulle naturali evoluzioni di un timbro vocale dolcemente velato,(…) su un’espressività che fa convivere felicemente pathos e ironia”, danno vita ad AlmaCanta.
Marta Raviglia, cantante e compositrice, dice di loro:
“… Zaira e Graziano si fanno musica e, soprattutto, fanno cantare le loro anime, denudandosi di fronte all’ascoltatore senza timore alcuno e mostrandosi in tutta la loro forza e in tutta la loro fragilita.”
Il duo, già nell’ Ottobre 2010, partecipa al Premio Pino Piras di Alghero, ricevendo una menzione speciale dalla critica per il brano originale “La tua veu”, scritto in lingua algherese.
Lo stesso brano viene ammesso, tra circa 70 partecipanti, tra i 10 finalisti del Premio Internazionale Andrea Parodi a Cagliari (Dicembre 2010). Si ferma alla semifinale con una lode all’eleganza del brano da parte di alcuni membri della Giuria.
Nel 2011 AlmaCanta vince il Premio Pino Piras con il brano originale “Lo que hi és”, tradotto successivamente in italiano come “Ciò che rimane”.
Nel 2012, durante la 1ª edizione di Esperó Festival (Alghero) il duo presenta l’anteprima del disco “Legàmi”, riscuotendo successo di pubblico e creando una forte attesa per l’uscita del primo album.
Ad Aprile 2013 esce “Legàmi“, opera prima di AlmaCanta, registrato insieme a musicisti sardi talentuosi e di lunga esperienza: Lorenzo Sabattini basso, Massimo Russino batteria, Paoletto Sechi batteria, Antonio Pitzoi chitarre, Gian Piero Carta sax e clarinetto, Nico Casu tromba e flicorno, Carlo Doneddu chitarra classica.
La particolarità di questa produzione è la campagna di crowd-founding lanciata da AlmaCanta sulla piattaforma web MUSICRAISER e durata 2 mesi.
Oltre 100 persone hanno contribuito economicamente, in cambio di ricompense variegate e divertenti, fino ad arrivare e superare l’obiettivo finale di 3.000,00 euro.
Nel 2013 il “Legàmi Tour” è partito dal Vecchio Mulino di Sassari, il 13 Aprile con un tutto esaurito, per continuare ad Olbia, Alghero, di nuovo Sassari, ancora Alghero per la 2ª edizione di Esperó Festival insieme alla band e si è concluso a Dicembre con la partecipazione di AlmaCanta Quintet al XXV Festival
Internazionale Emmas di Olbia.
“(…) Legàmi rappresenta un caso unico di questi tempi: e un disco che scuote, e un disco che cura, e un disco che si insinua leggero tra le pieghe dell’essere e che lascia segni indelebili. E un disco che porta con se un amore infinito per la vita e per la bellezza di cui solo due musicisti cosi straordinari possono essere
capaci.” Marta Raviglia.
AlmaCanta, dal 2012, lavora e arricchisce un progetto di parola e musica su due grandi scrittori per l’infanzia, il “maestro” e il suo “successore”: Gianni Rodari (Omegna 23/10/1920 – Roma 14/04/1980) e Bruno Tognolini (Cagliari 27/06/1951). Lettura e improvvisazione musicale catapultano grandi e piccini nei racconti di Gianni Rodari (Omaggio a Gianni Rodari) e fanno ridere e riflettere con “Cambia il mondo”, dal libro “Rime di rabbia” di Tognolini.
Del 2014 è il tour “Legàmi 2014” che si è proposto di portare la musica di AlmaCanta anche fuori dalla Sardegna.

il 16 Giugno 2017 è uscito i nuovo album “Revive” acquistabile su tutti gli store online.

1397076886_United Kingdom(Great Britain)

 AlmaCanta was born from Zaira Zingone, singer and songwriter, and Graziano Solinas, composer, arranger and musician (piano and accordion) in June 2010.
The two artists met to record a demo, but their cooperation will go over unexpectedly .
The kind that forms the backdrop to their meeting is jazz (both began and deepened the International Seminars in Nuoro Paolo Fresu , winning the scholarship , but soon discover that they have easy to compose original songs that move among different styles and colors, from tango to blues , to the American ballad , bossa , the cartoon , all linked by the common thread of jazz.
The qualities of Graziano Solinas , ” pianist , accordionist and keyboardist technique adamantine and uncontainable imagination,” meet the voice of Zaira Zingone , ” refined interpreter (…) has developed a completely original language that is based on the natural evolution in a tone of voice softly veiled , (…) on
an expressiveness that makes live happily pathos and irony , ” give life to AlmaCanta .
Marta Raviglia , singer and songwriter , says of them : ” … Zaira and Graziano you make music and , above all, they sing their souls , undressing in front of the
listener without fear and showing it in all their force and all their fragility . ”
The duo , already in October 2010, he attended the Prix Pino Piras Alghero , receiving a special mention by the critics for the original song “La tua veu ,” written in the language of Alghero. The same song is admitted , among about 70 participants, including the 10 finalists of the International Prize
Andrea Parodi in Cagliari (December 2010). He stops to the semifinals with a praise song to the elegance of some members of the Jury.
In 2011 he won the AlmaCanta Pino Piras with the original song ” Lo que és hi ” subsequently translated into Italian as “what remains .”
In 2012, during the 1st edition of Espero’ Festival ( Alghero) the duo presents a preview of the album “Legàmi” ( Liaison) , enjoying success with audiences and creating a strong waiting for the release of their first album.
In April 2013 he released “Legàmi” , the debut of AlmaCanta , recorded with Sardinian musicians talented and experienced Lorenzo Sabattini bass, Massimo Russino & Paoletto Sechi battery, Antonio Pitzoi guitars, Gian Piero Carta sax and clarinet, trumpet Nico Casu and flugelhorn , Carlo Doneddu classical guitar.
The special feature of this production is the campaign launched by crowd-founding AlmaCanta on the webplatform MUSICRAISER and lasted 2 months.
Over 100 people have contributed financially in exchange for rewards varied and entertaining , up to and exceed the ultimate goal of 3,000.00 € .
In 2013, the “Legàmi Tour” started from Il Vecchio Mulino of Sassari, April 13 with a sold-out , to continue to Olbia, Alghero , again Sassari , yet Alghero for the 2nd edition of Espero’ Festival with the band and it was concluded December with the participation of AlmaCanta Quintet at the XXV International Festival of Olbia, Emmas .
“(…)”Legàmi” is a unique case of these times: and a record that shakes, and a disc that care , and a hard light that creeps into the folds being and that leaves indelible marks . And a record that brings with it an infinite love for life and the beauty of which only two extraordinary musicians so they can be capable of. ”
Marta Raviglia .
AlmaCanta , since 2012 , works and enriches a project of speech and music of two great writers for children, the “master” and his ” successor ” Gianni Rodari (Omegna 23.10.1920 – Rome 14/04/1980 ) and Bruno Tognolini (Cagliari 06/27/1951 ) . Reading and musical improvisation catapult young and old alike in the stories of Gianni Rodari ( Tribute to Gianni Rodari ) and make you laugh and think with ” Change the World” by the book “Poems of anger ” of Tognolini .